De Rosa Granfondo Firenze n.6, più km, più salite, più poesia

Torna il 15 aprile 2018 la “Granfondo più bella del mondo”, per dirla con le parole di Cristiano De Rosa, patron del title sponsor della De Rosa Granfondo Firenze. Perché la più bella? Non perché è la nostra, ma perché attraversa una delle città più ammirate e visitate nel mondo e permette di osservarla da punti di vista insoliti e ancora più intriganti, sulle orme di Bartali e Nencini.

Cambia il percorso per questa sesta edizione e torna per alcuni aspetti all’origine, mentre per altri se ne distacca, incrementando le sfide e il livello di difficoltà per i corridori. Abbandonato il centro storico per motivi di sicurezza (vedi il decreto anti-terrorismo, che ha disseminato i rettilinei cittadini di ostacoli di difficile rimozione), la linea di partenza torna nel cuore della manifestazione, ovvero al Parco delle Cascine. Qui, nel polmoneverde di Firenze, sorgerà il Race Village, dal 13 al 15 aprile, con le facilities, il punto di ritiro dei pacchi gara, l’area ristorazione e gli stand dei principali brand di settore. E da qui partiranno gli oltre 3mila corridori della Granfondo Firenze.

Dalle Cascine il serpentone di bici si snoderà fino al piazzale Michelangelo, per godere di una incomparabile vista sulla città e ridiscendere verso i lungarni, direzione Fiesole e inerpicarsi sulle ardite colline del Mugello.

Due i percorsi, uno da 144 km con 3.022 m di dislivello, uno da 106 km, con 1.884 m di dislivello. Per entrambi la conclusione è sulla salita di via Salviati, resa mitica dai Mondiali di Ciclismo del 2013. Rientra nel percorso il passaggio vista Lago di Bilancino, entra una nuova, impegnativa salita. Perché, come diceva Marco Pantani “la fatica in salita è poesia”.

By | 2018-01-31T18:01:16+00:00 gennaio 31st, 2018|news|Commenti disabilitati su De Rosa Granfondo Firenze n.6, più km, più salite, più poesia

About the Author: